Gran Concerto Bandistico Città di Rutigliano - La Festa dei Santi Medici di Alberobello - Iconografia e Venerazione dei santi Cosma e Damiano-La Basilica

Vai ai contenuti

Gran Concerto Bandistico Città di Rutigliano

Civile
 Creato: Giovedì 15 Ottobre 2015 11:40 |  Ultima modifica: Giovedì 15 Ottobre 2015 11:40  Pubblicato: Giovedì 15 Ottobre 2015 11:40 | Stampa 

Nata nel 1877 su iniziativa di 29 cittadini di Rutigliano che insieme promossero un azionariato popolare, la Banda "Città di Rutigliano" è una importante e apprezzata realtà nel panorama culturale musicale della Puglia.

Nel 1940, con la direzione del celebre maestro abbruzzese Giustino Scassa, il complesso orchestrale di Rutigliano, al termine di un lungo tour che lo vide protagonista soprattutto in Puglia e in Campania, dove, come si legge nei giornali dell'epoca... "si è affermato tra i migliori complessi bandistici dell'Italia meridionale...", venne gratificato dell'ambito appellativo di "Regia Banda", all'epoca riservato ad un ristretto numero di formazioni bandistiche italiane.
Nel 1984 la banda rutiglianese, diretta quell'anno dal maestro Gregorio Iacobelli, ebbe l'onore di rappresentare la Puglia al celebre Carnevale di Viareggio.


Nel 2004, con la direzione del maestro campano Paolo Addesso, l'orchestra rutiglianese si esibì con successo a Roma nel Santuario di Santa Maria delle Grazie e nella popolare trasmissione televisiva di Rai Uno "La Vita in Diretta".

Nel 2005 la banda di Rutigliano tornò ad esibirsi a Roma nella suggestiva cornice di Villa Miani in occasione del Congresso Mondiale di Neurochirurgia.

Nel 2006 è da ricordare l'applaudita esibizione nella Rassegna Internazionale delle Tradizioni Popolari di Cesano Boscone (Milano), dove rappresentò la tradizione bandistica pugliese.

Nel 2008 la Banda di Rutigliano è stata censita nell'ambito del progetto promosso dall’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia e dall'Osservatorio Nazionale per l'Associazionismo Sociale, “SOS - Patrimonio Culturale Immateriale”, a seguito della ratifica, da parte del Governo Italiano, della “Convenzione per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale” dell'UNESCO: il progetto ha coinvolto soltanto 38 città in tutta Italia, tra cui Rutigliano, località scelte perchè ancora oggi custodiscono e valorizzano particolari tradizioni, riti, saperi e arti.

Il 24 Gennaio 2011 la Banda di Rutigliano è stata riconosciuta all'unanimità dal Consiglio Comunale di Rutigliano, "Gruppo Musicale di Interesse Comunale" (Del.Cons.Com. 7/2011): il riconoscimento è stato promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia, per valorizzare le storiche bande musicali.

Nel 2014 la Banda di Rutigliano ha ridato linfa alla sua plurisecolare storia esibendosi con grande successo nelle principali feste e piazze di Puglia, Campania, Abruzzo, Basilicata, Molise e Lazio. Tra gli oltre 70 concerti eseguiti, oltre ai diversi riconoscimenti e ai numerosi attestati di consenso ottenuti da pubblico e critica, la Banda di Rutigliano ha avuto anche il grande onore di suonare alla festa di matrimonio “British” tra due rappresentanti dell’alta società internazionale, Charlie Gilkes e Anneke von Trotta Taylor.

Nel 2017 la banda è stata affidata al maestro Fiorangelo Orsini, figura di rilievo nel panorama nazionale.
Torna ai contenuti